lunedì 1 marzo 2021

prossime uscite Harper Collins

Daniel Silva

L’ORDINE

 

Un mistero che si dipana nel corso dei secoli e una cospirazione che potrebbe destabilizzare il mondo:

Jason Bourne incontra Il codice Da Vinci.

 


pag. 408 - prezzo 19€

in libreria dal 4 marzo

 

Un thriller pieno di speranza, ideale per questi tempi bui... L’ultimo romanzo di Silva,
con i consueti panorami internazionali e lo straordinario Gabriel Allon, si merita
il primo posto nella classifica dei bestseller.”

Booklist

 

Quando Papa Paolo VII muore inaspettatamente, Gabriel Allon, che si trova in vacanza a Venezia, viene convocato a Roma dal segretario personale del pontefice, l’arcivescovo Luigi Donati. Ai media è stato comunicato che il Santo Padre è morto d’infarto, ma Donati ha due ottime ragioni per sospettare che in realtà sia stato assassinato: la guardia svizzera in servizio davanti agli appartamenti papali quella sera è scomparsa, e così pure la lettera che il pontefice stava scrivendo. Una lettera indirizzata al suo vecchio amico Gabriel...

Mentre facevo una ricerca nell’Archivio segreto vaticano, mi sono imbattuto in un libro davvero straordinario...

Si tratta di un misterioso vangelo apocrifo che la Chiesa ha sempre tenuto gelosamente nascosto, un testo che mette in discussione l’accuratezza con cui il Nuovo Testamento tratta uno dei più grandi prodigi della Storia. Per questo motivo l’oscuro e potente Ordine di Sant’Elena è disposto a tutto pur di evitare che il libro arrivi nelle mani di Allon. Non solo: sta anche complottando per impadronirsi del papato. Ed è solo l’inizio.

Mentre i cardinali si radunano a Roma per il conclave, Gabriel Allon lotta contro il tempo per raccogliere le prove della cospirazione e ritrovare il volume che potrebbe mettere fine a duemila anni di odio sanguinario. La sua sarà una missione all’ultimo respiro che lo porterà da Firenze a un monastero di Assisi, e poi ai sotterranei dell’Archivio segreto in Vaticano e alla Cappella Sistina, dove assisterà a un evento a cui nessun laico è mai stato ammesso prima di lui: la sacra consegna delle chiavi di San Pietro al nuovo papa.

 

Incalzante e scritto con la consueta eleganza, L’Ordine è un romanzo straordinario che parla di amicizia e di fede in un mondo pericoloso in cui non ci sono più certezze. E ancora una volta dimostra che quando si tratta di spionaggio e intrighi internazionali Daniel Silva è il miglior autore di questa generazione.

 


 

DANIEL SILVA

Pluripremiato autore regolarmente ai primi posti nella New York Times Bestsellers List, ha raggiunto il successo grazie alla serie che ha come protagonista il celebre agente segreto e restauratore Gabriel Allon. I suoi romanzi, tra cui La spia ingleseLa vedova neraLa casa delle spieL’altra donna La ragazza nuova, pubblicati da HarperCollins, sono entrati nelle classifiche dei libri più venduti nel mondo e sono stati tradotti in oltre trenta lingue. Vive in Florida con la moglie, la giornalista televisiva Jamie Gangel, e i due figli Lily e Nicholas.



 

MARIA SEGATO

COME FIORI NEL

GELO NOTTURNO

 


pag. 304 - prezzo 17€

in libreria dal 4 marzo

 

L’ESORDIO DI MARIA SEGATO È UN ROMANZO INDIMENTICABILE

CHE MOSTRA COME L’AMORE PUÒ SUPERARE ANCHE I DOLORI PIÙ PROFONDI,

E COME LA BELLEZZA PUÒ ESSERE LA PIÙ GRANDE ARMA CONTRO LA SOLITUDINE.

 

«La prof ha detto che dobbiamo ricordare l’ultima similitudine, quella dei fiori.

Dante dice che ritrova il coraggio perché capisce di essere amato,

di essere cercato da chi lo ama, anche se si è smarrito.

Per dire questo usa l’immagine dei fiori.

Dice che i fiori si chinano e si chiudono per il gelo della notte;

si drizzano solo quando vengono illuminati dal sole.

La prof ha commentato così:

“È solo un amore che scalda e illumina

che permette di ricominciare dopo il gelo del buio”.
Ha detto che alle volte non si riescono a vivere i desideri del cuore.

E che essere amati lo rende possibile.»

 

Iris ha sedici anni, tante insufficienze a scuola e una continua ribellione incollata addosso. Ha perso sua madre che era ancora bambina, vive col padre e trascorre le giornate naufragando tra i sogni e le domande che ogni adolescente porta con sé. I suoi silenzi iniziano a frantumarsi grazie a Manfredi, un ragazzo bravo a scuola, amante della musica e trascurato in famiglia. Manfredi è l’amore che Iris non può vivere, l’amico che non si stanca di attenderla sulla collina del silenzio, un posto solo loro, un luogo nascosto dove si può cercare il cielo.

Le cose precipitano quando il padre di Iris si ammala; nonostante l’amore e i desideri brucianti della giovinezza, nulla sembra riuscire a vincere il vuoto che può travolgerci.

In un giorno d’autunno, Iris incontra Chiara, una giovane supplente di Italiano. Ai suoi occhi è la solita professoressa piena di parole e vuota di domande. Ma Chiara scorge in Iris un talento nascosto e il riflesso di un dolore conosciuto. Per questo infrange il suo silenzio facendo, di quel talento, la strada per salvare l’anno scolastico e la bellezza che Iris custodisce in sé, quella a cui non crede più. Perché, a volte, i silenzi delle anime, quando qualcuno li incontra, cadono senza far rumore, come le foglie d’autunno, insegnandoci che solo dove vivono ferite e attese può nascere la ricerca del proprio volto e di ciò che lo può salvare.

Grazie a Chiara, Iris e Manfredi si avvicinano ancora di più, si parlano e provano a scoprire insieme la bellezza del silenzio, di un verso di Dante, dell’infinito che è in un cielo stellato e dentro il nostro cuore.


 

MARIA SEGATO è nata nel 1987 a Padova. Laureata in Lettere a Milano, ha frequentato un dottorato di ricerca all’università di Padova. Attualmente insegna in un liceo linguistico e scientifico. Entrare in classe le sembra un modo adulto per continuare a imparare, e per continuare a riscoprire, attraverso il divenire dei suoi studenti, quella bellezza che sempre ci precede. Come fiori nel gelo notturno è il suo primo romanzo.

sabato 27 febbraio 2021

prossima uscita Luca Sossella Editore

In libreria dal 3 marzo 2021

Enrico Terrinoni e Vittorio Giacopini
Fantasmi e ombre
Roma, James Joyce e Giordano Bruno
Illustrazioni di Vittorio Giacopini

PAGINE 112
PREZZO 15 euro

 

Domenica 17 febbraio 1907, Roma. Joyce esce di casa in via Monte Brianzo n. 51, a un centinaio di metri dall’attuale teatro Tor di Nona, sulle rive del Tevere. Si reca a Campo de’ Fiori per assistere alla manifestazione in memoria del rogo di Giordano Bruno, il Nolano, lì arso vivo 307 anni prima. L’evento è ricordato per i suoi forti accenti anticlericali, e celebrazioni importanti si tennero anche in altre città del Regno d’Italia.

Questo libro è l’intreccio di due biografie che attraversano due altre storie, così i ricordi di Joyce che ricorda Giordano Bruno diventano i ricordi degli autori: “…nei tardi anni settanta mi portavo dietro il Dedalus di Joyce come un breviario d’empietà, un messale nero (la copia, piuttosto rovinata, nell’edizione tradotta da Pavese, la comprai nel gennaio del ’77, a 16 anni. e ancora ce l’ho con me, spaginata e un po’ lisa”.


“L’anima – è Dedalus che parla – ha una nascita lenta e buia, più misteriosa della nascita del corpo. Quando in questo paese è nata l’anima di un uomo, le vengono gettate reti per impedirle di fuggire. Tu mi parli di nazionalità, di lingua, di religione. Io cercherò di sfuggire a queste reti”.

 

Enrico Terrinoni è professore ordinario di Letteratura inglese all’Università per stranieri di Perugia. Fra le traduzioni pubblicate la più importante di James Joyce, Ulisse (Newton Compton 2012) e “l’impossibile” Finnegans Wake (Mondadori 2017-19; con Fabio Pedone), L’antologia di Spoon River (Feltrinelli 2018). Ha curato l’edizione di Lettere e saggi di James Joyce (il Saggiatore 2016), Oltreabita il silenzio. Tradurre la letteratura (il Saggiatore 2019), Chi ha paura dei classici? (Cronopio 2020).

 

Vittorio Giacopini, scrittore e disegnatore, lavora in un’agenzia di stampa e collabora alla rivista “Lo straniero” e alle pagine domenicali del “Sole 24 Ore”. È tra i conduttori di Pagina3, su Radio3 Rai. Tra i suoi libri, Re in fuga. La leggenda di Bobby Fischer (Mondadori 2008), Il ladro di suoni (Fandango 2010), L’arte dell’inganno (Fandango 2011), Non ho bisogno di stare tranquillo. Errico Malatesta, vita straordinaria del rivoluzionario più temuto da tutti i governi e le questure del regno (Elèuthera 2012), Roma (il Saggiatore 2017), Il manuale dell’eremita (Edizioni dell’asino 2018).

venerdì 26 febbraio 2021

prossime uscite Marsilio Editore

 

                                      NARRATIVA                                 
Annalisa De Simone
Sempre soli con qualcuno

Annalisa De Simone torna in libreria con un nuovo romanzo, e racconta ciò che accade quando si sceglie di vivere, invece di scegliere una vita e portarla avanti anche quando questa vita non ci corrisponde più. Nessuno sa cosa sia una madre, sembra dirci De Simone, che quella madre i figli li abbia fatti o no.

Hanno scritto dei suoi libri:
«Annalisa De Simone racconta la cifra del nostro tempo, guarda dentro le cose inguardabili, che librone.»
Simonetta Sciandivasci, Il Foglio

«L’understatement che traspare dalla scrittura di De Simone è lo specchio lessicale e stilistico di bombe emotive che non devono esplodere mai.»
Pierluigi Battista, Corriere della Sera

In libreria dall'11 marzo 2021
H.M. van den Brinnk
Una vita su misura

 
Dopo l’acclamato esordio con Su l’acqua, accostato da André Aciman ad A voce alta di Bernard Schlink e a Tu, mio di Erri De Luca, torna in libreria lo scrittore olandese van den Brink per raccontare un mondo che sta cambiando, senza certezze, dove tutto sembra solo poter fluttuare.

Hanno scritto di Sull’acqua:
«Rallegra leggere questo piccolo gioiello olandese.»
Goffredo Fofi, Internazionale
«Con una scrittura poetica, lo scrittore olandese appassiona ed emoziona, e concilia come pochi sport e letteratura.»
Pasquale Coccia, Avvenire
«Un romanzo così avvincente e appagante, tenero e lirico.»
The Guardian
«Una scrittura meravigliosamente vivida.»
The Washington Post

traduzione di Claudia Di Palermo e Stefano Musilli
In libreria dal 25 marzo 2021
Kjell Ola Dahl
La donna di Oslo
 
Da uno dei padri fondatori del giallo nordico, vincitore del premio norvegese per la letteratura, il Brage Prize, due volte vincitore del Riverton Prize, il premio assegnato al miglior thriller norvegese, finalista al Glass Key Award e al Martin Beck Award, un’appassionante storia di guerra, amore e tradimento.

Hanno scritto dei suoi libri:
«Un riconosciuto maestro del genere, abilissimo.»
Alessandra Rota, la Repubblica
«Kjell Ola Dahl, l’autore che ha creato Gunarstranda, è uno scrittore bravo e maturo.» 
Fabrizio d’Esposito, Il Fatto Quotidiano

traduzione di Giovanna Paterniti
In libreria dal 18 marzo 2021
Paolo Roversi
Il pregiudizio della sopravvivenza

L’ottava avventura di Enrico Radeschi, il giornalista hacker protagonista della fortunata saga di Roversi.

Hanno scritto dei suoi gialli:
«Sebastiani & Radeschi sono ormai una coppia collaudata del noir meneghino del bravo Paolo Roversi.»
Fabrizio d’Esposito, Il Fatto Quotidiano
«Ritmo serrato e un meccanismo a orologeria perfetto.»
Gianluca Ferraris, Donna Moderna
«Uno stile inconfondibile, leggero e mai distratto.»
Alessandra Balla, la Repubblica
 
In libreria dal 4 marzo 2021
Paolo Forcellini
Vipere a San Marco
 
 
Paolo Forcellini torna in libreria con un nuovo giallo ambientato a Venezia e un nuovo protagonista: l’inviato speciale Alvise Selvadego. Una storia piena di colpi di scena, ma anche un viaggio nelle calli più nascoste, nelle tradizioni e nelle leggende meno note della laguna.

«Con una vena di malinconica ironia è il veneziano, la lingua di Venezia, il vero protagonista di questo giallo di Forcellini. Con quale grazia essa riemerge dal discorso “normale”, come ancora cerca di resistere anche in quelle sue parole che vanno dimenticandosi. È forse una comunità scomparsa quella che Forcellini qui immagina, con un sorriso che ha un po’ il sapore dell’addio.» Massimo Cacciari
 
In libreria dall'11 marzo 2021
Gertrude Stein
Autobiografia di Alice B. Toklas
a cura di Alessandra Sarchi

Autobiografia di Alice B. Toklas, il romanzo di Gertrude Stein che racchiude tre biografie, quella dell’autrice e della sua compagna di vita e quella degli amici artisti, da Braque a Matisse a Picasso, nella nuova traduzione di Alessandra Sarchi.




 
In libreria dall'11 marzo 2021
Ryūnosuke Akutagawa
Sotto il segno del drago
Racconti

a cura di Luisa Bienati

Uno degli scrittori più amati e geniali della letteratura giapponese in un’esaustiva raccolta di racconti, molti dei quali inediti.





 
In libreria dal 25 marzo 2021
William Shakespeare
Il racconto d'inverno
a cura di Piero Boitani

 
Sospetti, gelosie, rivelazioni e riconciliazioni al centro di una delle opere letteralmente più straordinarie di Shakespeare.





traduzione di Alessandro Serpieri
In libreria dal 25 marzo 2021
                                  SAGGISTICA                                   
Paolo Isotta
San Totò
 
Quale filo rosso unisce Totò ad Aristofane, Plauto e Orazio fino alle maschere della commedia dell’arte? Perché nelle sue mani persino la lingua latina diventava strumento eversivo? Da quali tare della cultura italiana deriva il disprezzo che gli intellettuali gli riservarono dagli anni ’40 alla morte? Paolo Isotta tenta di rispondere a queste domande in un ritratto inedito in cui rivivono il genio e le contraddizioni di un gigante.



In libreria dal 4 marzo 2021
Guia Soncini
L'era della suscettibilità
 
Da quando offenderci è diventato il nostro passatempo prediletto? Perché non riusciamo più ad accettare che affermare delle differenze non è la fine del mondo ma solo l’inizio del dibattito? La responsabilità è davvero tutta dei social? Da una delle penne più caustiche del nostro giornalismo, uno spietato atto d’accusa contro la dittatura del pensiero perbene. Con ironia fulminante, Soncini compone un bestiario contemporaneo, mettendo alla berlina ossessioni e fiere vanità che compromettono il nostro vivere insieme.

In libreria dal 4 marzo 2021 
Michael Shellenberger
L'apocalisse può attendere
Errori e falsi allarmi dell'ecologismo radicale 

 
Dall’ambientalista che con le sue idee ha influenzato l’amministrazione Obama e il Green New Deal, una proposta «ecomodernista» per coniugare crescita economica e rispetto dell’ambiente, un’analisi che svela luoghi comuni, interessi e superstizioni dell’ecologismo radicale.

traduzione di Paola Vitale
In libreria dal 25 marzo 2021 
Elémire Zolla
Dal tamburo mangiai,
dal cembalo bevvi...

Lo stato mistico e altre questioni
di antropologia spirituale
 

a cura di Grazia Marchianò
 

Lo stato mistico indagato da Zolla in quattro scritti di meditazione raccolti ora nel nuovo volume dell’Opera Omnia.

In libreria dal 25 marzo 2021 
                                    ILLUSTRATI                                 
Peter Humfrey 
Giovanni Bellini
L'eccellenza del colore

 
Una monografia arricchita da un completo apparato iconografico che ripercorre la vita, l’arte e lo stile di Giovanni Bellini (1438/40- 1516), uno dei massimi pittori dell’Italia del Rinascimento.



In libreria dal 18 marzo 2021

giovedì 25 febbraio 2021

prossime uscite Besa Muci Editore

 

L'anno in cui fu inventato il cigno

di Ardian-Christian Kyçyku

Il destino di un uomo
nell’Albania comunista 

al centro del nuovo romanzo
del Kafka dei Balcani

 

PP. 144 – Prezzo 14,00 €
Traduzione di Giuseppe Stabile
ISBN 9788836291243

IN LIBRERIA DAL 4 MARZO

Non mi resi nemmeno conto di come fossi entrato in acqua e avessi cominciato a nuotare; era impossibile capire se mi trovassi nel nodo liquido che lega ciò che è celeste a ciò che è terreno. Con questi pensieri nuotavo, finché non mi accorsi che l’eccesso di amore a letto porta a un eccesso di poesia e l’eccesso di poesia è talvolta in grado di assestare al tempo certi colpi incontrollabili, procurandogli danni paurosi, che ti sorprendono come la canna di quel mitra che si fermò esattamente al centro della mia fronte, nel punto esatto in cui la prima fucilata vista in città aveva scavato un terzo occhio, in mezzo alla fronte distesa dell’ubriacone apolitico. 

Ambientato in una città albanese sul lago di Ocrida, il romanzo inizia con l’uccisione casuale di un “ubriacone apolitico” sullo sfondo della fine del dominio ottomano. 
È nell’Albania comunista, però, che, dopo una notte d’amore, uno studente va a nuotare nel lago. Lascia un biglietto alla sua ragazza promettendole che tornerà presto. Non sa che durante la notte qualcuno è riuscito a passare a nuoto il confine con la Jugoslavia e la polizia sta arrestando chiunque si trovi in acqua. Finirà in prigione con l’accusa di alto tradimento e tentato espatrio. La cella buia, popolata apparentemente da spettri, evoca uno spazio indefinito fuori dal tempo, iperbole rovesciata dell’Albania e della sua storia. 
L’anonimo protagonista vi sperimenta una sfasatura temporale e simbolica, che gli rivela la reale condizione del suo paese. È in quest’apocalisse (rivelazione) sospesa che la parola si rifà Verbo e graffito, strumento di una possibile reinvenzione di sé e del mondo. Simbolo enigmatico e spettrale della rivelazione è il cigno del titolo, fragile ma irriducibile sfida alla mostruosità della Storia e alla degradazione dell’umano.

ARDIAN-CHRISTIAN KYÇYKU, albanese ma rumeno di adozione, autore di romanzi, racconti, drammi, sceneggiature e saggi, è uno dei più originali e apprezzati scrittori albanesi dell’ultima generazione.
Il suo può considerarsi un esempio nuovo e originale di scrittura balcanica. Balcanico, pur aspirando all’universale, è l’immaginario a cui attinge la sua prosa di visioni folgoranti che lo colloca tra Kafka e Kadare.
Per Besa Muci ha pubblicato I fiumi del Sahara (2019). L’anno in cui fu inventato il cigno è il suo primo romanzo scritto in rumeno.

L'Ora del male
di Tom Kuka


In un mondo lontano e senza tempo, 
un uomo fa i conti con il proprio destino e con un’oscura maledizione


PP. 156 – Prezzo 15,00 €
Traduzione di Valentina Notaro
ISBN 9788836290963

IN LIBRERIA DAL 4 MARZO

Romanzo vincitore del “Kult Award 2020”

L’Ora è una sola, ma composta da due entità. Il lato sinistro è una donna con i capelli lunghi fino alla vita, con pelle, occhi, labbra e folta chioma come la calce; è cieca, ma ha orecchio e lingua sopraffini. A destra, la stessa donna ha i capelli nerissimi, lunghi fino alla vita, pelle, occhi, labbra e chioma come il catrame; vede meglio di un serpente, ma è sorda e non spiccica parola. Ciò che vede la destra, lo vede anche la sinistra. Ciò che sente la sinistra, lo sente anche l’altra. Ciò che dice la cieca, è come se lo dicesse anche la sorda.

In un’epoca senza tempo, dominata dalla legge delle armi e dalla vendetta, Sali Kamati, erede di un nobile casato, è costretto a riscattare il sangue del fratello ucciso per difendere il proprio onore. Il canto menzognero porta la notizia al villaggio e Dirja, sua moglie, intuisce che una sventura presto si abbatterà sulla loro casa. Gli uccelli del malaugurio, appollaiati sul platano del giardino, proiettano un’ombra oscura sul protagonista che si prepara a morire non prima di aver messo in ordine i suoi affari. Ma l’Ora ha in serbo per lui un destino completamente diverso: l’arrivo di Tusha, la “merla di montagna”, porterà scompiglio, ossessione, vergogna e maldicenza che si diffonderanno come un morbo. 
Un romanzo pervaso da atmosfere magiche, i cui personaggi devono confrontarsi con i propri demoni. Un’epopea eroica che unisce toni cupi e delicate sfumature liriche restituendo al lettore un affresco dell’animo umano nelle sue pieghe più insondabili e nascoste. 

TOM KUKA è lo pseudonimo con cui si firma lo scrittore e giornalista albanese Enkel Demi. In patria ha pubblicato i romanzi Hide mbi kalldremGuret e vetmiseOra e ligë.

Preludio d'autunno
di Artur Spanjolli


Un romanzo corale sulla
centralità della famiglia

nell’Albania degli anni Settanta


PP. 160 – Prezzo 15,00 €
ISBN 9788836290529

IN LIBRERIA DAL 4 MARZO

Quando Namzie si era destata con l’intento di pulire il cortile coperto di frasche e di ramoscelli, il vento aveva già messo in subbuglio gli alberi intorno, strappando interi rami, foglie d’uva, di gelso e di pioppi, erbacce e fiori; sarebbe stato poco efficace spazzare il cortile perché di nuovo il vento di fine ottobre l’avrebbe messo in disordine. 
Namzie scese le scale di legno ancora assonnata. Spinse la porta della cucina che cigolò e si riempì i polmoni del denso odore di tabacco rimasto ad aleggiare nello spazio stretto della stanza. [...] Afferrò la scopa di ginestra, quella enorme per spazzare il cortile, e uscì fuori. Erano le sei di mattina. Un po’ intimidita, socchiuse gli occhi per il vento di ottobre e gettò uno sguardo al cortile. “Bisogna spazzarlo e mettere tutto a posto prima di mezzogiorno” pensò, “prima che vengano gli ospiti”.

Albania, ottobre 1973. La famiglia Cialliku si prepara a ricevere gli ospiti per celebrare la riappacificazione con i Morku, dopo mesi di rapporti tesi e difficili. I Cialliku sono un gruppo familiare molto unito, legato ai valori tradizionali della religione e della vita rurale. Lala, il capostipite, rappresenta il fulcro intorno al quale ruotano le vite della moglie Ija, dei dieci figli e dei nipoti. Per tutti loro egli rappresenta il punto di riferimento in grado di dare sempre giusti consigli e di risolvere problemi grandi e piccoli. 
Grazie a una narrazione delicata, venata da un profondo lirismo, il lettore si trova trasportato in un mondo quasi onirico, che va oltre la dimensione del tempo e dello spazio, una sorta di affresco in cui i personaggi vengono colti nei momenti salienti della loro vita e descritti nelle loro peculiarità con pennellate precise.
Preludio d’autunno è un delizioso romanzo corale sulla centralità della famiglia che, dopo Cronaca di una vita in silenzio La Teqja, conclude la trilogia dei Cialliku. 

ARTUR SPANJOLLI è nato a Durazzo nel 1970. Dal 1992 vive in Italia, dove si è laureato in lettere. Per Besa ha già pubblicato Cronaca di una vita in silenzio (2010), La sposa rapita (2012), La Teqja (2013), Eduart (2014) e I nipoti di Scanderbeg (2019). 

AA. VV.
Sporco al sole
racconti del Sud estremo


Un cult che torna in libreria 
 a vent’anni dalla prima edizione


PP. 184 – Prezzo 15,00 €
A cura di Gaetano Cappelli, Michele Trecca, Enzo Verrengia
ISBN 9788836291663

IN LIBRERIA DAL 4 MARZO

Era un tempo felice. Letterariamente, s’intende. Vabbè, non esageriamo. Erano anni vivaci, quelli che fra variegate aspettative marciavano inesorabili verso la fine del vecchio millennio.
In Italia fiorivano antologie ma in nessuna c’erano voci e parole di casa nostra. Quel tanto che stava accadendo e che noi umani mai avremmo immaginato aveva bisogno di trovare una sponda nelle pagine, perché nulla accade davvero se qualcuno non lo racconta.
Cercavamo lo spirito del tempo. Lo cercammo fra i più giovani. Preciso preciso questo è quello che raccogliemmo. Il meglio, s’intende. Così com’era ve lo restituiamo. Vent’anni dopo.
 
 Michele Trecca

“I media – scrive Perec – parlano di tutto tranne che del quotidiano. Quello che succede veramente, quello che viviamo, il resto, tutto il resto dov’è? Il banale non ci sembra costituire un problema, lo viviamo senza pensarci, come se non contenesse né domande, né risposte. Ma dov’è la nostra vita? Forse si tratta di interrogare ciò che sembra aver smesso per sempre di stupirci.” Sporco al sole è dunque il tentativo di scoprire giovani scrittori capaci di raccontarcelo questo “quotidiano”, di parlarci della loro esistenza con tutto quello che di nuovo, indefinito e perciò stesso fascinoso sta accadendo al Sud adesso e ora.
 
Gaetano Cappelli

Può essere raccontato un Sud diverso, altro, ruvido, abrasivo come un acido? Un libro Sporco al sole che nasce dal desiderio impellente dei curatori Gaetano Cappelli, Michele Trecca ed Enzo Verrengia di far raccontare il Sud in modo nuovo, estremo, con l’obiettivo di disincagliarlo dal consolatorio e grigio abbraccio della tradizione. 
Questa singolare antologia in cui confluiscono racconti di Francesca Forleo, Luigi Bamonte, Ottavio Cappellani, Francesco Dezio, Giovanni Di Iacovo, Annalucia Lomunno e Livio Romano ha come cifra distintiva una lingua contaminata da slang e nuovo sentire metropolitano, con sfumature fumettistiche e musicali. Il risultato è un’ironica presa di distanza da quell’acuto malessere esistenziale alimentato dall’eterno senso di colpa proprio di queste latitudini. Un cult imperdibile, che torna in libreria a vent’anni dalla prima edizione.